Questo sito o gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie necessari al suo funzionamento ed alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Per accettare i cookies da questo sito clicca "Ok, Accetto".

Il nuovo regolamento privacy GDPR

Come noto, il Parlamento Europeo ha approvato nell'aprile 2016 il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) c.d. Regolamento (UE) 2016/679, che entrerà in vigore a partire dal 25 maggio 2018.

Il nuovo Regolamento andrà a rafforzare il livello di tutela dei dati per tutte le persone fisiche all'interno dell'UE indipendentemente da dove sono custoditi i dati.

 

Ma cosa deve fare uno studio notarile per adeguarsi al GDPR?

 

Per ottemperare correttamente alle disposizioni ed essere compliant al GDPR, lo studio notarile deve definire un percorso di adeguamento e poter dimostrare le azioni implementate e quelle ancora da fare, opportunamente inserite all’interno di un piano d’azione.

In primo luogo, è necessario procedere ad un’ analisi delle tipologie di dati trattati (tipo e modalità) e ad una valutazione del rischio di impatto del vostro trattamento dati in relazione alla loro tutela (DPIA).

Una valutazione d’impatto sulla protezione dei dati è fondamentale nell’identificazione e risoluzione di problemi potenziali in una fase precoce, e rappresenta un approccio efficace di “data protection by design”.

Si procede così alla definizione del piano di adeguamento complessivo e dell’eventuale cronologia di attuazione.

Il piano di adeguamento illustra le misure idonee e preventive per custodire e controllare i dati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico,  alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

Solo a valle di questa analisi possono essere determinate le responsabilità in qualità di titolare o di responsabile per conto di altri titolari.

Attraverso la mappatura preliminare dei trattamenti, il Titolare è tenuto alla creazione del registro dei trattamenti, all’individuazione e nomina dei responsabili/incaricati, sia interni sia esterni, chiamati a ricoprire un ruolo «attivo» in fase di pianificazione, esecuzione e monitoraggio di tale percorso, e anche nella gestione del modello di funzionamento a regime.

Con il Gdpr viene introdotta la formazione ex-lege per tutti coloro che trattano dati all’interno dello studio: obbligo di formazione ed aggiornamento periodico, con dimostrabililità della azione formativa sostenuta.

Al fine di supportare i nostri Clienti nell’esecuzione e nell’aggiornamento del nuovo obbligo normativo, che si configura oneroso nella gestione e per “adetti ai lavori”, abbiamo predisposto un servizio Compliance GDPR per lo studio notarile che mira a fornire un servizio di consulenza professionale e mirato alle specifiche esigenze di ogni nostro Cliente.

Per ulteriori informazioni, La invitiamo a chiamare al numero aziendale 089 2576175 int. 3 – un nostro consulente sarà a disposizione per eventuali chiarimenti o per procedere alla prenotazione del servizio.